La stirata di Allungati e Respira

Sai perché l’uomo esegue istintivamente alcuni movimenti che lo accomunano agli animali?

Perché istintivamente abbiamo la spinta a compiere movimenti che giovano alla nostra salute. Sappiamo quello che serve per stare bene!

Se gli animali lo fanno istintivamente (hai mai osservato un gatto al risveglio?) noi possiamo incanalare questo stimolo istintivo e farlo lavorare al meglio per ottenere il massimo beneficio (benessere, energia, equlibrio).

Questo anche perché col tempo – a differenza degli animali – abbiamo perso un po’ del nostro istinto ignorando o reprimendo stimoli che invece rappresentano dei veri e propri segnali che il nostro corpo ci manda.

Oggi voglio parlarti della stirata, uno dei pilastri di Allungati e Respira e uno di quei movimenti che tutti eseguiamo inconsapevolmente.

Praticare la stirata con metodo significa lavorare contemporaneamente su allungamenti e respirazione, ecco perché è uno dei cardini di Allungati e Respira – apre e chiude ogni incontro che faccio, che si tratti di lezioni o ritiri più lungi la stirata è sempre presente!

È uno strumento potente perché permette con uno sforzo davvero ridotto di sciogliere le tensioni e ripristinare le energie. La stirata è un movimento liberatorio, sia per il corpo che per la mente. (Equilibrio corporeo e Libertà mentale)

Negli animali è facile notare questi movimenti, noi ci limitiamo a eseguire delle stirate parziali al risveglio, infatti la stirata – tecnicamente pandiculazione – indica l’atto di sbadigliare e stiracchiarsi allo stesso tempo.

Semplice vero?

Se risvegliata può garantire benefici notevoli e qui voglio fornirti indicazioni precise per eseguire da casa la stirata che nei miei corsi è una pratica e un saluto al tempo stesso, lo scopo oltre ai benefici immediati ed evidenti è anche quello di RISVEGLIARE la pandiculazione istintiva che è in ognuno di noi.

Le 4 fasi della stirata di Allungati e Respira

→ FASE 1
Flettiti in avanti con le mani appoggiate sulle ginocchia, inspira profondamente mentre sali in posizione eretta
→ FASE 2
Contrai tutta la muscolatura del corpo
→ FASE 3
La contrazione continua più leggera mentre stendi le braccia verso l’alto e mentre espiri rilassi e ti allunghi
→ FASE 4
Dai libero sfogo a stirate e sbadigli istintivi

foto 1foto 2foto 3

Alcune considerazioni IMPORTANTI:

– nella Fase 2 della contrazione si deve cercare di contrarre tutta la muscolatura del corpo, dai muscoli della mandibola passando per braccia, spalle, schiena, glutei, gambe fino ai piedi.
– il livello di contrazione non deve essere esagerato per non provocare crampi. Ogni persona ha il proprio livello e bisogna “ascoltarsi” o meglio ancora lasciar fare al proprio corpo visto che la stirata è un riflesso istintivo e quindi il corpo sa da solo fino a che livello contrarre la muscolatura. Noi possiamo guidarlo dando lo stimolo della stirata e seguendo le 4 fasi, ma quando la stirata parte lasciamo fare al corpo per quanto riguarda l’intensità.

→ IL NOSTRO OBIETTIVO
L’obiettivo del nostro lavoro è fare in modo di guidare le fasi per “risvegliare” la stirata completa nel caso si fosse sopita, nella maggior parte dei casi le persone non si stirano più.

ATTENZIONE: la fase di stirata NON deve essere forzata o prolungata più del dovuto, essendo un movimento istintivo, mi ripeto, noi dobbiamo dare l’input e poi lasciamo fare al corpo.
Dopo la stirata principale se sentite il bisogno di eseguire altre stirate è molto positivo quindi date sfogo alle vostre stirate, lasciatevi andare e godetevi l’energia e il rilassamento che una buona stirata può darvi.

→ Note sulla RESPIRAZIONE
È importante prendere l’aria principalmente dal naso, anche se dobbiamo spalancare la bocca per sbadigliare, cercare di far entrare l’aria dal naso durante gran parte dello sbadiglio.

Spero che queste indicazioni possano aiutarti a ritrovare la tua stirata istintiva.
Mi piacerebbe raccogliere la tua testimonianza diretta e le tue impressioni su questa pratica, sarò felice se vorrai lasciare il tuo commento nello spazio qui sotto, grazie!

☞ Dai un’occhiata alle risorse gratuite di Allungati e Respira!

P.S. aiuta i tuoi amici a praticare la stirata, per il loro e per il tuo bene (una persona equilibrata è sempre un’ottima compagnia) condividi liberamente questo articolo sui social e via email.

7 Comments

  • marta

    13 novembre 2013

    Grazie Cristian.
    Come dici, molte delle tendenze istintive della nostra natura sono dimenticate e soppiantate già di primo mattino dai tanti pensieri che chiedono soddisfazione.
    Avere informazioni come quella che ci hai appena fornito è un’ottimo spunto per ripartire da sè, creando le giuste priorità.
    Grazie anche perchè questa tua condivisione è gratutita, …a buon rendere

  • paola

    13 novembre 2013

    Ottimo. Lo trovo un esercizio rilassante che aiuta
    a togliere le tensioni.

  • laura

    14 novembre 2013

    grazie, l’ho provato e su di me ha funzionato , inizio meglio la mia giornata. lo proporrò ai miei amici. grazie ancora e serena giornata

  • Cristian Paganoni

    14 novembre 2013

    Grazie Paola!

  • Cristian Paganoni

    14 novembre 2013

    Grazie Marta.
    L’ideale è iniziare e finire la giornata partendo da se stessi ed è pazzesco perchè
    a volte basta una stirata, una cosa di pochi secondi che fa una grande differenza.

    A volte ci perdiamo perchè vorremmo riconquistare il nostro spazio ma prendiamo
    come riferimento delle pratiche troppo complesse per iniziare e questo
    consciamente o inconsciamente ci spaventa e ci porta ad abbandonare ancora
    prima di cominciare.

    Partire dal semplice, da piccole cose come una stirata è il segreto per ottenere grandi risultati.

    ciao
    Cristian

  • Cristian Paganoni

    14 novembre 2013

    grazie mille a te Laura,
    sapere che l’hai provato e soprattuto che nei hai tratto beneficio
    è una delle soddisfazioni più grandi anche per me.

    buona giornata
    Cristian

  • Andrea

    17 novembre 2013

    Ciao Cristian,
    non ho mai fatto caso, ma penso di stirarmi tutti i giorni istintivamente.
    la prossima farò come il leone….

Leave A Response

* Denotes Required Field