Il percorso che produce risultati? Semplice

percorso foresta

Vedo sempre stupore quando nomino Bruce Lee per la prima volta, come se allungamenti e respirazione fossero su un pianeta lontano anni luce dal mondo che il nome di Bruce Lee evoca naturalmente.

Di fatto la mia affinità con Bruce Lee (e il motivo per cui lo nomino spesso) non risiede nei miei 9 anni di Kung Fu o nella mia pratica di altre arti orientali, ma nel processo che lo ha portato a semplificare il suo approccio alle arti marziali in una pratica nuova, il Jeet Kune Do.

“Ogni giorno qualcosa di meno, non qualcosa di più: sbarazzati di ciò che non è essenziale.” – Bruce Lee

È proprio leggendo il libro Jeet Kune Do (che ti consiglio vivamente)  che ho capito l’importanza di 2 elementi fondamentali: allungamenti e respirazione

Su questi due elementi si basa molto del lavoro di ricerca proposto dal metodo JKD e anche senza questa capacità di analisi (allora ero molto più istintivo e meno riflessivo) quello che al tempo assorbivo e percepivo erano la tenacia, la libertà di pensiero, la perfezione del movimento, la “flessibilità” e il controllo. Elementi che mi hanno permesso di proseguire con la pratica negli anni in maniera costante fino a quando tutto quello che facevo ha assunto un significato chiaro. Evidente.

Ma non voglio annoiarti con la mia storia, era semplicemente il pretesto per fornirti qualche elemento utile per considerare l’importanza di allungamenti e respirazione anche al di fuori di Allungati e Respira™.

Il modo in cui allungamenti e respirazione agiscono su corpo e mente definiscono il controllo che possiamo avere sulla nostra parte razionale (lucidità mentale) e sul nostro corpo (performance fisica). Funziona in combattimento, come nella vita di tutti i giorni.

A questo aggiungo un altro punto davvero importante che negli anni ha fatto si che gli insegnamenti di Bruce Lee restassero per me un punto di riferimento anche al di fuori della loro applicazione pratica nel campo delle arti marziali, mi riferisco alla sua capacità di semplificare.

Per definizione:
“Il JKD promuove il concetto di semplicità, efficacia ed economia delle energie ed esclude la distinzione in scuole e stili.”

Ed è la stessa filosofia che ha guidato la mia ricerca per Allungati e Respita™

→ SEMPLICITA’ DI UTILIZZO
Significa esercizi adatti a chiunque che non richiedono esperienza pregressa o particolari doti fisiche.

→ EFFICACIA
È questo il faro che guida la navigazione durante la pratica degli esercizi. Sono efficaci? Risolvono il problema? Producono i risultati sperati? La risposta a queste domande deve essere SEMPRE positiva, perché la verifica più importante è quella sui benefici ottenuti.

→ ECONOMIA DELLE ENERGIE
Non solo ridurre lo sforzo con esercizi mirati, ma ridurre anche il tempo da dedicare al proprio allenamento, lo scopo di Allungati e Respira™ è proprio quello di permettere anche a chi ha poco tempo di praticare ottenendo risultati e il tempo oggi più che mai è un bene molto prezioso.

→ NIENTE DISTINZIONE DI SCUOLE O STILI
Le arti marziali come alcune pratiche olistiche manifestano spesso la propria rigidità etichettando cosa è coerente con il metodo “tradizionale”. L’unica coerenza di Allungati e Respira™ è quella con l’efficacia dei risultati che produce. Nessuna scuola da rispettare e nessuno stile, il tuo benessere al primo posto.

“L’addestramento perfetto porta alla semplicità, l’addestramento imperfetto induce all’esibizione a scopo estetico.” – Bruce Lee

Ora, forse non ti affascina il mondo delle arti marziali e Bruce Lee resta un vago ricordo di qualche film visto negli anni ‘70, ma per fare economia e far fruttare al massimo il tuo tempo puoi portarti a casa solo quello che ti serve.

semplicità respiazioneI risultati sono l’unica cosa che conta, raggiungerli con lo sforzo minore e con il minimo investimento di tempo è quello che vogliamo tutti. Io ho scavato in questa direzione e attraverso una serie di esercizi che riguardano respirazione e allungamenti ho costruito un metodo semplice ed accessibile per ripristinare l’equilibrio energetico.

Se vuoi saperne di più e sperimentare subito ciò di cui sto parlando guarda i Video Gratuiti dedicati alla respirazione e applica gli esercizi che illustro. È il modo migliore per vedere come un esercizio semplice possa produrre risultati consistenti in breve tempo.

Trovi i video gratuiti a questa pagina →

2 Comments

  • Roberto

    5 dicembre 2013

    Ciao Cristian, ti seguo da un pò di tempo e devo dire che avevo avuto il dubbio che tu avessi praticato arti marziali. Ho 57 anni ed anch’io in gioventù ho praticato karatè, judo, Tai chi chuan, yoga, arrampicata sportiva, mimo, insomma di tutto…o, come dice una canzone di Dalla-DeGregori, ” anche se di niente che hai bisogno, cosa sarà che ti strappa dal sogno “…proprio cosi’… il mio era proprio un sogno, il sogno di trovare una via che mi conducesse al ben-essere senza
    rincorrere e ricorrere a niente altro che possedessi già in me. Di mestiere faccio il cameraman e devo dire che tutto quello in anni di pratica marziale ho appreso, mi è stato molto utile nel controllo dei movimenti e del respiro durante il lavoro. Ma la vita, si sa, è piena di imprevisti e di coincidenze: cosi’ 10 anni fa mi ha messo definitivamente alla prova con una bella operazione al cuore per l’asportazione di un mixoma atriale: intubazione, terapia intensiva, lungodegenza e riabilitazione: un modo molto interessante per verificare praticamente tutto quello che sapevo su meditazione ed uso cosciente del respiro…pranayama, qi gong, Buteyko, reiki, stretching, hata yoga…tutte belle parole, ma quando sei immobile in un letto d’ospedale quello che conta è riuscire a fare una bella sintesi dentro di te per una applicazione che risulti semplice ed efficace.. Per questo ti dico che sono completamente d’accordo con te e con il tuo…maestro ispiratore, che, del resto, ho sempre ammirato, al di là della sua immensa bravura e tecnica. Insomma , quello che conta veramente è l’efficacia e la semplicità d’uso, anche se il metro di giudizio rimane strettamente legato all’esperienza personale. Ho scaricato il tuo report e devo farti i miei complimenti: è completamente in linea con la tua filosofia perché risulta chiaro nella spiegazione, di semplice applicazione e, naturalmente, efficace.
    Ti saluto cordialmente.

  • Cristian Paganoni

    5 dicembre 2013

    ciao Roberto,
    è proprio vero che attiriamo persone simili a noi, le tue esperienze ci accomunano.

    Ti ringrazio davvero molto per aver condiviso la tua esperienza personale.

    é proprio vero, tante belle parole ma poi se la vita ti mette “alle strette”
    devi fare i conti con te stesso e andare a trovare l’essenza delle cose. (Bruce era maestro in questo)

    Grazie anche per i complimenti.

    Spero di conoscerti presto, magari in uno dei prossimi seminari che
    ho intenzione di organizzare con l’anno nuovo.

    ciao
    Cristian

Leave A Response

* Denotes Required Field