Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute?

equilibrio salute

Succede spesso ed è un comportamento molto diffuso.
Troviamo la motivazione per occuparci della nostra persona (fisico e mente) solo quando riceviamo un segnale chiaro di pericolo (banalmente proviamo dolore).

È una riflessione che faccio quando mi capita di incontrare persone che per un motivo o per l’altro hanno “perso” la loro salute.

Hanno quindi un problema concreto che le obbliga a fare qualcosa!
Dopo aver rimandato a lungo sono obbligate a intervenire, perché il disagio (dolore, stress, affaticamento…) smuove la pigrizia che fino a quel momento aveva deciso di non occuparsi del problema rimandando.

Attenzione: quando parlo di perdere la salute non mi riferisco per forza a qualcosa di catastrofico, a volte è una condizione temporanea che però riesce ad attirare l’attenzione solo attraverso un richiamo deciso.

È in queste situazioni che buona parte delle persone sono disposte ad aprirsi a pratiche non propriamente convenzionali, infatti riuscire a risolvere in breve tempo il problema è la spinta che motiva i diretti interessati a investire tempo, soldi ed energie.

Io considero questo atteggiamento (che conosco bene perché l’ho vissuto sulla mia pelle in passato) una tecnica di “autosfascio”.
In altre parole: siamo bravi a farci del male da soli.

Se ci rifletti un attimo, la maggior parte di noi si prende cura della propria auto o di un qualsiasi altro oggetto a cui tiene, più di quanto faccia con se stesso.

Il ragionamento dietro a questa visione peversa e dannosa?

“Ci tengo perché l’ho pagato un’occhio della testa e perché se lo tratto bene sono sicuro che mi durerà di più.”

Tante attenzioni per qualcosa di materiale e indifferenza per una cosa così preziosa come il nostro corpo (il principale mezzo di locomozione per ognuno di noi)?

Succede lo stesso con la fera emotiva, siamo bravissimi a complicarci la vita facendo confusione nella nostra testa e con le nostre emozioni.

Il risultato è lo stato di malessere in cui vivono moltissime persone: condizioni fisiche precarie (e non per malattie congenite) dovute a uno stile di vita non salutare, umore a terra ed emozioni fuori controllo (alti e bassi incontrollabili)

Se vuoi vivere una vita sana, felice e vivace (VIVA) è necessario lavorare sui tre aspetti più importanti per ognuno di noi:
Corpo → Emozioni → Mente

Ho definito questa triade CEM™ (uno dei principi di Allungati e Respira™)

Se stai lavorando attivamente per ottenere risultati migliori da uno di questi tre elementi è già qualcosa, ma non basta!

Ad esempio molte persone allenano il corpo, si iscrivono in palestra e cominciano a correre
per ore sui run o alzano pesi a più non posso.

Credono di allenare il corpo mentre il più delle volte lo distruggono!

N.B. Ho gestito un palestra per 5 anni e mezzo, ed ho una certa esperienza in questo settore.

Salvo poi non riuscire a seguire un’alimentazione sana, uno sitle di vita sano e fare quello che devono realmente fare per stare bene.

abitudini-salutari-esercizi

Non prendermi per l’eremita radicale, ognuno di noi ha le sue debolezze (anche io a volte ho voglia di bermi una birretta o di mangiare qualcosa di dolce 🙂 e lo faccio) come è giusto che sia, ma tra una debolezza e un’abitudine malsana c’è una grande differenza.

Quello che vedo è che la maggior parte si ritrova frustrata perchè anche quando raggiunge il traguardo del bel fisico non vive in uno stato di equilibrio: il mal di schiena è passato, ma adesso gli fanno male le spalle, o ha il reflusso, o la sciatica, è sotto stress, sono incazzate, e giustificano tutto con il fatto che la vita è intensa e la felicità dura solo per pochi istanti. Questa non è la regola!

Lo so, non è facile, ma non è un buon motivo per vivere facendo finta di niente e poi un modo semplice per cominciare c’è e lo vedremo tra un attimo.

Per ottenere risultati duraturi devi intraprendere ogni attività con il giusto atteggiamento mentale, emotivo e fisico.

Un’altro ostacolo che ci creiamo è che partiamo sempre dalle cose più complesse e così ci sabotiamo da soli.

Ad esempio, vorremmo meditare, ma pensiamo che stare ore in silenzio concentrati senza pensieri sia una cosa impossibile, così rinunciamo prima di partire.
Chi ha mai detto che questo significhi a meditare ?

Vorremo migliorare la nostra respirazione, ma pensiamo che respirare col diaframma e rendere il respiro lungo-lento-profondo-silenzioso LLPS™, sia una cosa solo per yogi, così rinunciamo prima di partire.
Chi ha detto che per migliorare la nostra respirazione dobbiamo essere degli yogi?!
Puoi partire con questo semplice esercizio >> 

Vorremmo sentirci liberi nei movimenti, più elastici, senza dolori e tensioni, ma pensiamo che questo corrisponda a dover affrontare un’addestramento shaolin.
Chi ha detto che per avere un corpo flessibile e libero nei movimenti, privo di tensioni e dolori, devo diventare uno shaolin?
Puoi partire con questo semplice esercizio >> 

E’ importate partire dalle cose più semplici, quelle che riusciamo “facilmente” ad eseguire e continuare a farle e farle con consapevolezza.
Questa è la filosofia di Allungati e Respira™!

Una volta ad una persona a me cara che voleva allenare la mente ho consigliato di sistemare bene le stoviglie nel porta piatti. Conoscevo bene questa persona e sapevo che il suo porta piatti era sempre un casino, così le ho detto: quando metti i piatti e le stoviglie nel porta piatti fallo con consapevolezza, non buttarli dentro così in qualche modo, rallenta e mentre lo fai pensa a sistemarli bene, in ordine. Questo è un modo per allenare la mente!

Lo stesso atteggiamento va utilizzato per ogni cosa e quando ti trovi a dire oggi non ho voglia, domandati: perchè non ho voglia ?
Datti una risposta e se la risposta è l’ozio, allora allena la tua mente e fallo.

Se devi buttare lo sporco, quella è una cosa semplice e se non la fai la casa diventerà una discarica e ad un certo punto comincerà a puzzare.
Non aspettare che la casa puzzi, alzati e fai quello che va fatto.

Vale per tutto, anche per l’allenamento del tuo corpo, della tua mente e delle tue emozioni.

Il mio consiglio è quello di partire dalle piccole cose!
Se vuoi migliorare la tua alimentazione comincia ad eliminare lo zucchero raffinato, se vuoi gestire le tue emozioni comincia col non incazzarti quando ti tagliano la strada, se vuoi allenare la mente sistema i piatti o butta lo sporco :-).

In Allungati e Respira™ lavoriamo su tutti e tre gli aspetti CEM™ (corpo-mente-emozioni) e lo facciamo partendo dalle pratiche più semplici ed efficaci.

Il fatto che siano anche efficaci è molto importante perchè ottenere risultati alimenta la nostra motivazione e la fiducia in noi stessi.

Perché se ti impegni e vedi risultati prosegui più facilmente!

Ma se ad un certo punto comincerai a pensare che vuoi smettere perché hai più stimoli, ricordati le seguenti parole:

Quando finisce l’entusiasmo del bambino, comincia la costanza del guerriero.

Se tieni alla tua salute sappi che devi fare quello che va fatto, con l’atteggiamento del guerriero, allenando il CEM™ e partendo dalle cose semplici ma efficaci come in Allungati e Respira™.

Il risultato? Diventerai una persona integra, che sta bene fisicamente, con una mente lucida e consapevole ed emotivamente stabile = felice.

Vuoi provare una cosa semplice che ti offre risultati immediati?

Guarda questo video gratuito che ho preparato per te!

P.S. forse ti starai chiedendo se una persona che trascura il suo fisico possa essere comunque felice. Penso di sì, ma deve avere una mente molto forte e molto allenata allo stesso tempo, due cose rare e difficili da ottenere. Più banalmente però penso che se siamo qui adesso è anche grazie a questo corpo, quindi perché maltrattarlo?

P.P.S. se sai che qualcosa può migliorare la tua salute, la tua energia, la tua vitalità, la tua vita… FALLA! non aspettare, non rimandare a domani perchè un giorno passato è un giorno perso, non importa cosa decidi di fare, se migliora la tua vita e non lede a quella altrui, fallo.




4 Comments

  • luigi

    19 dicembre 2013

    molto interessante e uttile. bravo!

  • eva.mary@hotmail.it

    19 dicembre 2013

    Ciao Cristian condivido in pieno tutto ciò che scrivi e a me succede proprio così. I buoni propositi sono tanti ma quasi sempre non li metto in atto e do la scusa al poco tempo al punto che in certi momenti vorrei trovarmi su un cucuzzolo lontano da tutto e da tutti per ritrovare il mio tempo.Il fatto è che i giorni mi sembrano troppo brevi, la sera mi ripropongo di essere e fare meglio ma il giorno dopo ricomincia la solfa, il telefono che squilla, i figli, la casa il pranzo ecc ecc..
    Tutto ciò mi ha fatto buttare più di un abbonamento in palestra dove mi dicevano ritaglia un po di tempo per te stessa.Diciamo che non avendo problemi di fisico penso ” Ma si vado domani”ma come dici tu con l’età arriva la rigidità e i vari dolori sopratutto quando si assume una posizione e la si mantiene. . Quando ti rimettj in movimento sono dolori,quindi ciò che faccio di positivo è stirarmi più volte cominciando il mattino nel letto e rifacendolo a volte durante la giornata ma tutto finisce lì. . Aiutooo l’età avanza e io sono a 54.. 🙁 ma mio padre ne ha 90 e fa tre piani tutti i giorni senza ascensore..sarà che lui è temprato, orfano a tredici anni, a venti deportato in Germania e come palestra “campi di concentramento” tutto ciò per me lo ha rinforzato certo ma deve essere anche merito dei geni, quindi se non mi do una mossa butto dalla finestra tutto ciò che mi è stato tramandato e i 90 anni li vedo male… sempre se li vedrò. ..

  • Cristian Paganoni

    19 dicembre 2013

    Grazie Luigi!
    ciao

  • Cristian Paganoni

    19 dicembre 2013

    ciao Eva mary, la tu è la situazione di molti ma tu dalla tua potresti avere
    dei buoni geni 🙂 e soprattutto il fatto che ti stiri più volte al giorno.

    Può sembrare banale ma lo stesso atteggiamento che adotti
    quando decidi di stirarti lo puoi utilizzare per fare altro.

    Prova a prestare attenzione a cosa pensi quando decidi di stirarti…

    A piccoli passi introduci altre piccole cose che ti fanno star bene
    una cosa alla vota e sono sicuro che ce la farai.

    Complimenti al papà.

    se ti va aggiornami
    a presto
    Cristian

Leave A Response

* Denotes Required Field