Austin Naber è un ragazzino di 10 anni che detiene il record mondiale di Cup Stacking.

Il cup stacking e un gioco molto in voga negli Stati Uniti che consiste nell’impilare dei bicchieri andando a formare delle piramidi il più velocemente possibile.

No, non sono un appassionato di cup stacking ma mi piace capire come funzioniamo e ho letto di questo ragazzino in un libro di David Eagleman, un famoso neuroscienziato.

David Eagleman racconta nel suo libro, di come sia stato battuto in modo eclatante in questo gioco da Austin.

Austin ha completato il gioco in 5 secondi, contro i 43 secondi di David, Austin è stato 8 volte più veloce di David.

Al di là della prestazione, la cosa che più ha interessato il ricercatore David, è stato il consumo di energia per compiere questa impresa, perché Austin non solo non ha consumato 8 volte in più di energia di David ma al contrario lui era in uno stato di totale calma, come se non stesse facendo nessuno sforzo.

Hanno eseguito la prova collegati ad un EEG che misura le onde cerebrali e hanno scoperto che Austin (il ragazzino) mentre impilava i bicchieri era in one Alpha, mente David (il neuroscienziato) era in onde Beta.

Le onde cerebrali Alpha sono associate alla condizione di riposo, mentre le onde Beta sono associate alla risoluzione dei problemi difficili.

Come è possibile che effettuando la stessa prova si trovassero in uno stato mentale così diverso?

La differenza è nell’allenamento, Austin è molto allenato e per lui impilare bicchieri è diventato come parlare, in pratica è diventata un’abilità che va col pilota automatico, non ci deve pensare.

Mentre David ha dovuto impegnarsi attivamente per eseguire ogni singolo passo, perchè per lui il Cup Stacking era una cosa nuova.

Questo accade anche ogni volta che ti approcci ad una nuova pratica e ti sembra tutto così difficile perché all’inizio devi pensarci, concentrarti, ti senti impacciato, a volte impedito fino a che non rinunci.

Il segreto invece è proprio quello di continuare a praticare perché di giorno in giorno il tuo cervello impara e ad un certo punto sarà lui che lavorerà per te a gratis e senza farti sprecare un goccia della tua preziosa energia.

Così, quello che prima ti sembrava difficile o impossibile, diverrà per te una cosa Naturale!

Per esempio non è facile trovare subito lo stato mentale di Calma Attiva, o imparare a rigenerarti rapidamente dagli stress, o rimanere centrato in situazioni difficili o semplicemente riuscire ad uscire dal vortice della distrazione e stare in ascolto del tuo corpo mentre fai un pratica.

In realtà non è questione di facile o difficile ma di allenamento.

Il segreto è iniziare dalle piccole cose, non puoi pensare di scalare l’Everest se non hai mai fatto nemmeno una passeggiata di 30 minuti nel parco della tua città.

Per questo motivo dico sempre che la gradualità è importante e che la pratica e la costanza sono la chiave di volta.

Prendiamo ad esempio Allungati e Respira, è semplice, non richiede abilità fisiche particolari e può essere inserito in qualsiasi momento della giornata ma, richiede sempre e comunque disciplina.

Anche solo ricordarsi di respirare dal naso richiede disciplina e attenzione ma, anche la disciplina è un’abilità che puoi allenare e allenarla mentre pratichi per rigenerare il tuo corpo e liberare il tuo respiro è più semplice perché ti ripaga subito, ti fa assaporare subito i risultati.

Austin ha sviluppato una grande abilità nell’impilare bicchieri, io nell’ascolto del corpo e le pratiche per liberarlo da tensioni e stress.

Scegli tu se andare da Austin per imparare ad impilare bicchieri…

…o venire da me ad imparare le pratiche di Allungati e Respira!

Enjoy Your Life!

Cristian

Leave a Reply

Your email address will not be published.