*Questo articolo richiede meno di 2 minuti per essere letto.

La relazione tra il blocco diaframmatico e la nostra libertà di respirazione è diretta.
Infatti quello che viene comunemente indicato come blocco del diaframma sta solitamente ad indicare una difficoltà di respirazione.

Questo è solitamente collegato ad una riduzione di mobilità del diaframma dovuta ad un ipertono di quest’ultimo.

Di fatto una contrazione permanente che può essere più o meno forte, ostacola la nostra respirazione riducendo la nostra naturale capacità ventilatoria e causando difficoltà evidenti nella respirazione.

Nei casi più gravi si avvertirà del dolore tra il torace e l’addome – dolore che può diffondersi anteriormente (nella zona della pancia) o posteriormente (con i sintomi di un mal di schiena).

Ovviamente il senso di difficoltà respiratoria dovuto alla riduzione della mobilità del diaframma può generare in noi un senso di ansia e soffocamento.

CAUSE
In molti casi le cause vanno ricercate proprio nella sfera psicologica (ed emotiva). I casi più comuni possono essere generati da stati eccessivi di stress che ci portano a somatizzare a livello muscolare esattamente nell’area interessata dal diaframma.
Questo genera il blocco che limita la nostra respirazione e che avvertiamo anche in forma dolorosa.
Inoltre come in un circolo vizioso, la sensazione stessa di tensione e difficoltà di respirazione aumenta la dose di stress che avvertiamo facendoci percepire una condizione di pericolo e portando così i muscoli interessati a irrigidirsi ulteriormente.

SOLUZIONE
Per sbloccare il diaframma non è sufficiente intervenire manualmente con l’aiuto di un terapista, bisogna lavorare in prima persona sulla libertà dei muscoli respiratori, diaframma compreso e prendere consapevolezza di questo atto tanto scontato ma cruciale per noi… il Respiro.

Tutto questo è parte del percorso di Allungati e Respira che parte proprio dal liberare il Respiro Naturale.

In ogni caso oggi comincia così
Sdraiati, gambe piegate e piedi appoggiati a terra, mani sull’addome e ascolta.
Il primo passo è quello di renderti conto di come respiri.
Ascolta le parti del tuo corpo che si muovono ad ogni respiro.
Ascolta se ci sono tensioni, fastidi, blocchi.
Ascolta la velocità del tuo respiro e la sua profondità.
Ascolta e ti assicuro che ti alzerai più rilassato, libero e spensierato.
Oltre ad aver iniziato a mettere in moto il tuo diaframma!

Enjoy Your Life!

Cristian

 

    2 replies to "Respirazione e blocco diaframma [in pillole]"

    • Gloria Demarchi

      Ciao Christian,
      complimenti per la tua preparazione. Ho già visto il primo video ma temo di avere bisogno di qualcosa di più specifico perchè, fra le altre patologie che purtroppo ho da anni, ho anche gravi e frequenti episodi di asma (da stress ).
      E’ possibile un incontro con te? dove eserciti la tua professione ? io abito in Piemonte….
      Grazie . ciao
      Gloria

    • Cristian Paganoni

      Ciao Gloria,
      io abito in provincia di Bergamo.
      Per riuscire a venire incontro alle persone che vivono lontano, ho da poco creato un gruppo di lavoro online, dove seguo le persone e funziona benissimo. Lo trovi qui: http://www.allungatierespira.com/scopri

Leave a Reply

Your email address will not be published.